Chi siamo, chi è Merci Dolci s.r.l

Stampa
Categoria: Merci Dolci
Data pubblicazione Scritto da MerciDolci

Quattro i soci (Gabriella Canova, Simone Canova, Maria Cristina Dalbosco e Jacopo Fo) e un progetto ambizioso: divulgare l'insegnamento del padre comboniano Alex Zanotelli "Voti ogni volta che fai la spesa, voti ogni volta che schiacci il telecomando, ogni volta che vai in banca, sono voti che dai al sistema.". Di qui un ventaglio amplio e variegato di offerte grazie al quale Merci Dolci si propone di portare ovunque possibile un piccolo contributo per migliorare la nostra qualità di vita: dai prodotti alimentari biologici certificati e di provenienza da commercio equo e solidale, a un vasto catalogo di informazione indipendente, alla diffusione e divulgazione di forme di utilizzazione di energie alternative, di sistemi di risparmio energetico e di prodotti tecnologici eco-compatibili.

Jacopo Fo, scrittore, disegnatore, fumettista, attore, teorico del punto G e sostenitore del punto L, sperimentatore del bio-diesel e suo malgrado guru dello Yoga demenziale. In modo tenace e perseverante dedica la sua vita a convincere l’umanità che si può vivere meglio e ne inventa una nuova ogni 5,2 secondi. E’un rivoluzionario occulto e nelle sue vene scorre sangue a basso impatto ambientale. Tanti anni fa, con coraggio e incoscienza, ha iniziato l’avventura della consociazione degli acquisti da cui è poi nata Merci Dolci s.r.l. Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Ma non ci verrebbe così bene.

Gabriella Canova, che da 11 anni, ma sembrano mille, lavora a scrivere testi, cucire libri, discutere appassionatamente tutto e fare tutto quello che è necessario e solo lei sa fare: da sfinire per mesi i call-center di Telecom per avere una connessione Internet che non sia quella a manovella di cui disponiamo attualmente, a vendere bottiglie di “Sesso selvaggio” per pagare gli stipendi. Tutto quello che abbiamo realizzato lo abbiamo fatto insieme. La adoriamo, ha cuore e coraggio ed è onesta da fare impressione. E inoltre è bellissima fuori.

Simone Canova, una delle persone più buone che conosciamo. Pur di lavorare vicino a noi ha fatto il cameriere e il lavapiatti ad Alcatraz per un anno. E non era capace. Adesso firma un quotidiano con 20mila lettori e tiene sotto controllo le centinaia di pagine ribelli dei nostri siti.

Maria Cristina Dalbosco. Della serie “Chi trova un amico trova un tesoro”. Avevamo bisogno di un notaio per riuscire a certificare tutti i disastri che combiniamo e dare ordine alla nostra vita. Lei è per tutti noi una mamma e, visto che ha già tre figli suoi, ci confondiamo nel numero. Poiché adora tenere tutto sotto controllo, a Merci Dolci ha aderito al motto “Nulla sfugge a questo comando”.

Stefano Andreani, l’unico vero commercialista zen ancora in vita. Si legge la finanziaria mentre noi sfogliamo romanzi, studia manuali di contabilità prendendo il sole, e durante ogni fine di settimana taglia la legna sperando in un maggiore tepore in casa della morosa. Versa copiose lacrime ogni volta che deve redigere il nostro bilancio, si rifiuta di presentarci parcelle e noi ci ostiniamo a non capire.

Sabina Amico. Un nome, un destino. E’ lei a coccolare i clienti di Merci Dolci, inviando mail che farebbero invidia a un Erotic Center, a preparare con cura pacchetti, pacchettini, pacconi, volantini, a sollecitare i fornitori, a ingaggiare incontri di box con i corrieri (e quasi sempre a vincerli). Impagabile. Ma cercatela solo dopo le 10 di mattina, fino a quell’ora ha una quadrupla vita. Una delle quali in una comunità di gatti.

Maria Pia Bee, che è la più gentile che ci sia, è la persona che rende tecnicamente possibile tutto quel che succede. Si occupa della contabilità di Merci Dolci, ma solo in parte, perché è quotidianamente chiamata a risolvere i problemi più svariati che affliggono l’umanità visto che è meccanico, elettricista, archivista, memoria collettiva, telefonista, segretaria, guida equestre, maestra di tiro con l’arco, cuoca, casalinga perfetta, servizio di lavanderia multidislocato, baby sitter, massaggiatrice, amica, e in un solo, unico caso, anche amante.